Marsa Matrouh


Marsa Matrouh, ovvero l’Egitto che non ti aspetti. Siamo sul litorale settentrionale, quasi di fronte a Creta, a 500 chilometri dal Cairo, a 250 chilometri da Alessandria, a quasi 2.000 chilometri da Marsa Alam e a più di 1.000 da Luxor: distanze troppo distanti per riuscire a respirare le atmosfere della terra dei faraoni e per aspettarsi gli ambienti, il clima, i fondali del Mar Rosso.

A Marsa Matrouh trovi il sapore delle coste del Mediterraneo: la luce, la sabbia, il clima caldo e soleggiato in estate, variabile e ventoso fuori stagione. Le spiagge sono infinite distese di sabbia bianca e dorata, con brevi tratti rocciosi che proteggono le baie dal vento e dalle mareggiate invernali conservando l’acqua del mare limpida, tiepida e turchese, i litorali intatti.

Troverai traccia dell’Egitto faraonico solo nella spiaggia di Cleopatra, quella che la regina prediligeva per trascorrere ore di solitudine con Marco Antonio. O nella tappa che fece Alessandro Magno a Marsa Matrouh percorrendo la strada per Siwa e per l’oracolo del dio Amon. A proposito di Siwa: ci sentiamo di suggerire di abbinare la vacanza mare di Marsa Matrouh a un tour delle oasi e del Deserto Bianco. Parliamo di un altro Egitto meno conosciuto ma magnifico, vivo e di una suggestione culturale e paesaggistica profonda.

Leggi tutto
Mostra di meno

Non ci sono in questo momento viaggi disponibili per la destinazione selezionata.