Ad est la grande Madre Russia, a nord la Scandinavia. Ecco la terra di mezzo Lettone in equilibrio fra una “vecchia” Europa di borghi e castelli medievali, evidenti influenze russo-sovietiche e il sapore dei porti e dei mari del Nord.

I sapori della Lettonia sono già evidenti nella sua capitale, Riga. Grande porto della Lega Anseatica al centro dei commerci marittimi fra Oriente ed Occidente, la città, a quasi trent’anni dall’indipendenza, è oggi in piena rinascita. Patrimonio mondiale dell’UNESCO, Riga mostra fiera il suo centro storico antico, il suo mercato che profuma di pane e di birra scura e la spinta verso l’internazionalizzazione grazie ai tanti studenti universitari che la frequentano con l’Erasmus, animando i locali notturni e “affollando” virtualmente i quasi mille spot dove collegarsi gratuitamente alla rete wifi cittadina.

Fuori città, troverai Palazzo Rundale, la Versailles del Baltico creata dallo stesso architetto dell’Hermitage di San Pietroburgo. E potrai perderti nella natura dei parchi, nell’atmosfera gotica dei castelli di Cesis e di Turaida e nell’aria sferzante della costa. Affacciate sul Mar Baltico, ecco le cittadine diafane che si muovono fra le reminiscenze sovietiche e l’eleganza dell’art nouveau: Jurmala, protetta dal profondo Golfo di Riga; Liepāja, spazzata dal vento; e poco più a nord Ventspils, dove sono rimaste in bella mostra alcune delle decine di mucche forgiate dagli artisti della Cow Parade.

Leggi tutto
Mostra di meno

tour